La Didattica

Segreteria Didattica diati.didattica@polito.it  

CATALANO Erminia - erminia.catalano@polito.it - Tel. +39 011 090 7741

PANESSA Tina - tina.panessa@polito.it - Tel. +39 011 090 7603

I docenti appartenenti al DIATI svolgono la loro attività didattica in tutti i livelli previsti dall’attuale ordinamento del Politecnico di Torino (Laurea, Laurea Magistrale, Master e Dottorato di Ricerca). Inoltre prestano la loro attività didattica in corsi e seminari su specifica richiesta di Enti e Aziende, Pubbliche e Private. 

Nel DIATI è incardinato il Collegio di Corso di Studio di Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio che ha il compito di coordinare il corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e i corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e in Petroleum Engineering, frequentati nel complesso da più di 800 studenti. 

I docenti e ricercatori del DIATI partecipano alle attività dei seguenti Collegi di Corso di Studio: 

Le attività di didattica istituzionale promosse dal Politecnico di Torino che vedono coinvolti docenti e ricercatori del DIATI sono:

LAUREA DI 1° LIVELLO

LAUREA MAGISTRALE

MASTER DEL DIATI

Petroleum engineering and operations (Area dell'Ingegneria) 2016-2017

Ingegneria dell'acqua per uso potabile civile e industriale (Area dell'Ingegneria) - Sede di Mondovì

DOTTORATO DI RICERCA 

Altri corsi di DOTTORATO attivi (cicli precedenti)

  • Dottorato di ricerca in Ingegneria Ambientale

I docenti e ricercatori del DIATI sono attualmente coinvolti anche nelle attività didattiche dei seguenti enti e istituzioni:

  • Università di Torino
  • Scuola di Applicazione
  • COREP (Consorzio per la Ricerca e L’Educazione Permanente) 

Inoltre, i docenti e ricercatori del DIATI sono impegnati in attività didattica al fianco degli studenti, come relatori di tesi applicative e teoriche. Contraddistingue la loro attività un continuo contatto con il territorio per la acquisizione di dati e parametri e l’uso sovente dei laboratori per la realizzazione di prove e la caratterizzazione dei materiali.

© Politecnico di Torino - Credits