Categoria: Seminari e Convegni
Stato: Corrente

Un pianeta B digitale?

Webinar disponibile su YouTube

Potremo rispondere alle sfide dei cambiamenti climatici e degli eventi estremi usando un gemello digitale del Pianeta Terra? Quali sono i più recenti sviluppi dei modelli climatici globali in termini di risoluzione e processi risolti e quali sono le maggiori incertezze nelle proiezioni future?
Quali saranno le innovazioni infrastrutturali e scientifiche dei programmi Europei di Osservazione della Terra e della Modellistica Computerizzata quali Copernicus e Destination Earth nel decennio appena cominciato?
Se le conseguenze dei cambiamenti climatici riguarderanno tutti così come succede per le crisi sanitarie (COVID-19), possiamo aspettarci che mitigazione e adattamento al cambiamento e una progressiva transizione ecologica generino nuove conoscenze ed importanti opportunità professionali?
In che modo ricerca e sviluppo potranno fornire strumenti e informazioni all’avanguardia per supportare i legislatori e decisori preposti a regolamentare le emissioni di CO2 secondo l’accordo di Parigi? In che modo le proiezioni climatiche dei modelli globali possono essere rese disponibili ed utilizzate anche per la proiezione dei cambiamenti climatici a scala locale, valutazioni di impatto e dei rischi legati agli estremi?

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, Gianpaolo Balsamo del ECMWF e Jost von Hardenberg del Politecnico di Torino, si sono confrontati su queste domande con la moderazione di Francesco Laio, Direttore del DIATI – Politecnico di Torino e grazie all’interazione con il pubblico.

L’evento rientra nei side events degli Open Days PoliTo, con l’intento di far conoscere al pubblico generale e ai giovani e alle giovani che si stanno orientando verso il percorso universitario una delle sfide in cui potrà essere impiegata l’ingegneria ambientale nei prossimi decenni.

I relatori
Gianpaolo Balsamo è ricercatore in meteorologia e clima al Centro Europeo di Previsione Meteorologica a Medio Termine (ECMWF). Capo gruppo per gli studi sui processi fisici accoppiati del sistema Terra utilizzato per le previsioni meteorologiche giornaliere ed il monitoraggio dei cambiamenti climatici.
Jost von Hardenberg è docente sul sistema climatico presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio del Politecnico di Torino. Partecipa allo sviluppo del modello di clima globale europeo EC-Earth (di cui ha coordinato il tuning). La sua ricerca è rivolta alla modellistica climatica numerica, tipping points, il ciclo dell’acqua, gli estremi ed il downscaling della precipitazione.

Il webinar è disponibile sul canale YouTube