Laboratorio Environmental Nanotechnologies

Il Laboratorio di Nanotecnologie Ambientali (EnviNanolab), gestito dal gruppo di ricerca di Ingegneria degli Acquiferi (ING-IND/30), è equipaggiato per lo studio di nano e microparticelle, sia naturali sia di sintesi, di rilevanza ambientale. Un'attenzione specifica è dedicata all'uso di micro e nanoparticelle ferrose che, disperse in sospensioni acquose o in fluidi polimerici, vengono iniettate nel sottosuolo per la bonifica di acquiferi contaminati. Le attività di ricerca in questo campo sono state condotte negli ultimi anni nell'ambito di numerosi progetti di ricerca, sia nazionali sia internazionali,  ed in particolare nell'ambito dei progetti europei AQUAREHAB e NANOREM. 

SITO WEB

Tipologia Laboratorio di ricerca
Sede DIATI ingresso 3 - piano seminterrato
Telefono +39 0110907720
Fax +39 0110907799
E-mail rajandrea.sethi@polito.it
Dimensione 27 m²
Attrezzature

Le attività di laboratorio sono volte alla caratterizzazione delle particelle (analisi dimensionale e di potenziale zeta), allo studio dei meccanismi di trasporto e dispersione in mezzi porosi (prove in colonna), della stabilità colloidale di tali sospensioni, della reologia in bulk e nel mezzo poroso di fluidi polimerici non Newtoniani utilizzati come fluidi vettori per le particelle ferrose ed in applicazioni petrolifere. La strumentazione disponibile in laboratorio comprende un reometro, uno spettrometro acustico per analisi dimensionali e di potenziale zeta, uno spettrofotometro UV-vis, colonne di piccolo diametro per prove di trasporto di sospensioni colloidali in acqua e colonne per prove ad alta pressione con fluidi e sospensioni viscose, strumentazione per il monitoraggio non invasivo di colloidi ferrosi mediante misura di suscettività (applicazioni in laboratorio e in campo).  

Personale