Corso di formazione METODOLOGIA MESOHABSIM (MESOHABITAT SIMULATION MODEL) - 2018

Corso di formazione per la valutazione e modellazione dell'habitat di ambienti fluviali e torrentizi
25 - 28 giugno 2018

Sede del corso: Aule delle Scienze (Padiglione 25) - Campus Università di Parma

Il Dipartimento di Ingegneria dell'Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico di Torino e il Centro Acque dell'Università di Parma, in collaborazione con l'Agenzia Regionale per la Prevenzione, l'Ambiente e l'Energia dell'Emilia-Romagna, l'Agenzia Interregionale per il fiume Po, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell'Università degli Studi di Trento (in particolare il Gruppo di Idraulica Ambientale e Morfodinamica), l'Agenzia Provinciale per la Protezione dell'Ambiente di Trento, il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano (in particolare il gruppo Natural Resources Management), l'Associazione Idrotecnica Italiana e l'Associazione Georisorse e Ambiente organizzano un corso di formazione riguardante la metodologia MesoHABSIM (Mesohabitat Simulation Model).

La metodologia MesoHABSIM si focalizza sullo studio della disponibilità  di habitat per la fauna in ambienti fluviali e torrentizi e, a seguito di una consistente applicazione nell'Italia Centro-Settentrionale, si è dimostrata idonea per:

  • la quantificazione del Deflusso Ecologico (DE)
  • la valutazione e modulazione del Deflusso Minimo Vitale (DMV)
  • il monitoraggio dei rilasci e delle operazioni di svaso da opere di presa
  • la progettazione ed il monitoraggio di progetti di riqualificazione fluviale
  • la stima della vocazionalità  ittica di un corso d'acqua
  • la conservazione di particolari specie acquatiche protette
  • il calcolo dell'indice di integrità  spazio-temporale dell'habitat fluviale (IH)

Obiettivi
L'obiettivo generale del corso è presentare e descrivere la metodologia MesoHABSIM e permettere ai partecipanti di acquisire le conoscenze per la raccolta dati di campo e per l'esecuzione delle analisi di valutazione e modellazione dell'habitat fluviale. Verranno inoltre fornite le competenze per l'utilizzo dei software (MapStream e SimStream) sviluppati per l'applicazione della metodologia e operanti in ambiente QGIS.

L'approccio metodologico fa riferimento a quanto riportato nel Manuale ISPRA MLG 154/2017.

Destinatari
La partecipazione al corso è aperta a liberi professionisti, personale di enti pubblici e privati che abbiano una conoscenza, quanto meno di base, di ecologia fluviale, geomorfologia, topografia e di applicazioni GIS.

Come partecipare
Candidatura
Per partecipare al corso gli interessati dovranno innanzitutto candidarsi, utilizzando il modulo di candidatura (disponibile su questa stessa pagina) da inviare a geam@polito.it unitamente al proprio CV.
Il termine ultimo per inviare la propria candidatura è lunedì 4 giugno 2018.
Verranno ammessi un massimo di 30 candidati. In caso di superamento del numero massimo di candidature ammissibili, verrà  effettuata una selezione sulla base dei seguenti criteri:

  • coerenza del curriculum personale con la metodologia proposta nel corso
  • esperienza lavorativa in Italia nell'ambito della gestione delle risorse idriche
  • corrispondenza delle motivazioni del candidato con gli obiettivi del corso

Il corso verrà attivato solo se si raggiungeranno le 20 iscrizioni.
Iscrizione
I candidati ammessi riceveranno una e-mail con la conferma dell'ammissione e le istruzioni per finalizzare l'iscrizione ed effettuare il pagamento della quota d'iscrizione entro lunedì 11 giugno 2018.
La quota di partecipazione al corso di formazione è pari ad euro 250,00 (quota esente IVA, ai sensi art. 10 punto 20 D.P.R. 633/72 e s.m.) per gli Enti Pubblici, Euro 500,00 (più IVA 22%) per i professionisti e le Aziende Private e comprende:

  • partecipazione al corso
  • utilizzo dei software MapStream e SimStream 
  • materiali cartacei
  • coffee break

Attestato di partecipazione e crediti formativi

Alla fine del corso è prevista la consegna di un attestato di partecipazione; l'attestato verrà  rilasciato sulla base dell'effettiva presenza al corso (richiesto almeno il 90% delle presenze).

Crediti formativi professionali: 26 per gli ingegneri e 27 per i geologi.

Comitato scientifico

  • Pierluigi Viaroli, Università  di Parma
  • Silvano Pecora, ARPAE Idro-Meteo-Clima
  • Paolo Vezza, Politecnico di Torino
  • Guido Zolezzi, Università  di Trento
  • Barbara Belletti, Politecnico di Milano
  • Martina Bussettini, ISPRA, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale

Corso organizzato da: 

   

Con la partecipazione di: 

 

 

PROGRAMMA application/pdf (145,87 kB)

Locandina application/pdf (247,28 kB)

Modulo candidatura  (103,50 kB)